Estratti, rateizzazioni e sgravi

Possibilità di verificare la situazione debitoria a partire dall’anno 2000, i versamenti già effettuati o da effettuare, le rateizzazioni e le procedure in corso e pagare cartelle e avvisi.
Su richiesta del contribuente e nelle ipotesi di temporanea situazione di obiettiva difficoltà economica dello stesso, l’agente di riscossione può concedere la dilazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo, fino ad un massimo di 72 rate mensili.
Il contribuente, se ritiene errato l’addebito, può presentare all’Ente Impositore un’istanza di annullamento in autotutela dell’iscrizione a ruolo. Nel casi di atto dichiarato illegittimo dall’Autorità Giudiziaria, il contribuente ha diritto di ottenere lo sgravio entro 90 giorni dalla data di notifica della decisione da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Pertanto, l’Ente deve emettere un formale provvedimento di “sgravio” e trasmetterlo al competente Agente della Riscossione.

Contestualmente allo sgravio, l’Ente deve disporre il rimborso delle somme iscritte a ruolo eventualmente pagate dal contribuente prima della decisione, dandone comunicazione per flusso telematico all’Agente della Riscossione, il quale, a sua volta, procederà ad informare il contribuente, che dovrà presentarsi presso gli uffici dello stesso Agente della Riscossione per ottenere il rimborso.

Chiedi informazioni su questo servizio

Nome*

Cognome*

Azienda

Email*

Telefono

Indirizzo*

Città *

Provincia *


Messaggio